Egregi clienti,


al fine di fare chiarezza sull’obbligatorietà o meno della data di scadenza sui liquidi da inalazione, ci teniamo a rassicurarvi e a confermare che i liquidi da inalazione per sigarette elettroniche non sono soggetti all’obbligo di riportare in confezione la data di scadenza.

Devono indicare il lotto di produzione, ma non la scadenza.

La scelta di indicarla o meno, è da attribuirsi all’azienda di produzione che può stabilire dopo quanto tempo il liquido decade e non conserva le caratteristiche organolettiche originarie legate al sapore. Ma non esiste nessuna norma che lo imponga.

La norma che regola l’apposizione dell’etichetta della data di scadenza è relativa agli alimenti e i liquidi per sigarette elettroniche non sono classificati alimenti.

La normativa è entrata in vigore a pieno regime lo scorso anno e riprende il decreto legislativo n. 231/2017 relativo alla disciplina sanzionatoria per la violazione delle discipline sulla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori, nonché all’adeguamento delle regole comunitarie in materia di etichettatura, presentazione e pubblicità degli alimenti. Una norma che attua Il regolamento europeo 1169/2011 sull’etichettatura alimentare, nulla a che vedere con i prodotti destinati all’inalazione.

Nonostante i liquidi e gli aromi possano essere facilmente scambiati per prodotti alimentari, in realtà rientrano nella categoria dei prodotti chimici, tant’è che le etichette dei liquidi devono avere tutte le indicazioni di pericolo e sicurezza, cosa che, al contrario non hanno i prodotti alimentari.

Contattateci per eventuali chiarimenti.
Scarica la dichiarazione in formato pdf

Waia srl

This post is also available in: Italiano English (Inglese)